Salta al contenuto
Risale agli anni Settanta il proposito di Achille Maramotti di costituire una raccolta d’arte contemporanea che diventasse un luogo di fruizione estetica e intellettuale, aperto a un pubblico di appassionati. Fino al 2000 un certo numero delle opere acquistate erano esposte negli spazi di passaggio dello stabilimento Max Mara di via Fratelli Cervi per promuovere una quotidiana, stimolante convivenza fra creatività artistica e disegno industriale. Non è perciò un caso che questo edificio, sia ora divenuto la sede permanente di una collezione d’arte.
Enoc Perez, Brigitte Schindler, Carlo Mollino
4 ottobre 2020 – 16 maggio 2021
Svenja Deininger
8 marzo – 6 dicembre 2020
Visita la collezione

Emergenza Covid - Chiusura temporanea

In ottemperanza alle recenti misure introdotte per combattere la diffusione di Covid-19, la Collezione Maramotti rimarrà chiusa al pubblico fino a giovedì 3 dicembre 2020.

logo 10 years
logo max-mara